Un susseguirsi di incantevoli laghetti che incantano con i loro giochi di specchi, protetti per recuperare e tutelare l’ambiente fluviale e i suoi abitanti.
 


L'Area Naturale Protetta Golena del Tevere si trova tra Sansepolcro e Anghiari e protegge un tratto di Tevere a valle della diga di Montedoglio con lo scopo di recuperare e valorizzare l'ambiente fluviale, alterato dalla costruzione della diga e dalla presenza di numerosi laghetti artificiali dovuti all'attività estrattiva, ormai ricolonizzati dalla natura.
L'area è costituita da una vegetazione tipicamente golenale composta da specie in grado di resistere alle temporanee sommersioni, come le salicacee e il pioppo nero, che si estende dal letto del fiume fino ai laghetti artificiali, dove la presenza di cannucce tife favorisce la permanenza di uccelli come il tarabusino, il martin pescatore, la folaga e il germano reale. La fauna ittica ha risentito degli effetti dell'invaso ma conserva tuttavia specie interessanti come il cavedano, il vairone e il barbo tiberino.

Come accedere:
Si può accedere alla riserva con il sentiero CAI n.14 che da Santa Fiora arriva fino ad Albiano, dal quale si dipartono numerose strade sterrata che arrivano fino al Tevere.

RAGGIUNGI L'AREA NATURALE PROTETTA